Comunicati stampa

23.03.2021

AIRR: numero record di ricorsi nel 2020

Nel 2020, sono pervenuti all’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) 43 nuovi ricorsi. Come si evince dal rapporto di attività pubblicato in data odierna, l’AIRR ha accertato una violazione del diritto in 5 casi.

 

13.01.2021

Il Consiglio federale ha nominato Anne Seydoux-Christe nuova presidente della PostCom

Nella sua seduta del 13 gennaio 2021 il Consiglio federale ha nominato l'ex consigliera agli Stati Anne Seydoux-Christe nuova presidente della Commissione federale delle poste (PostCom). Anne Seydoux-Christe ricoprirà la nuova carica a partire dal 1° febbraio 2021, succedendo a Géraldine Savary, che lascerà l'incarico a fine gennaio per assumere nuovi impegni professionali.

26.03.2020

AIRR: Libera formazione delle opinioni e divieto di discriminazione

Nel 2019, sono pervenuti all’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) 30 nuovi ricorsi. Nello stesso arco di tempo, l’AIRR ha evaso 35 procedure. Come si evince dal rapporto di attività, essa ha accertato una violazione del diritto in 3 casi.

22.11.2019

Organi di mediazione: confermati gli attuali responsabili

L'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) ha confermato nella loro funzione, per altri quattro anni, gli attuali responsabili degli organi di mediazione per i programmi radiotelevisivi privati.

05.04.2019

Rapporto annuale 2018 dell'AIRR: accolti quattro ricorsi

Nel 2018 sono pervenuti all'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) 26 nuovi ricorsi. Nello stesso arco di tempo l'AIRR ha evaso 27 procedure. Come si evince dal rapporto annuale, in quattro casi essa ha accertato una violazione del diritto.

20.03.2018

Aumentano i ricorsi all'AIRR

Nel 2017 all'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) sono pervenuti 31 ricorsi; era dal 1991 che non si registrava un numero così elevato. L'aumento più significativo riguarda i ricorsi contro i contenuti online. Dei ricorsi evasi durante l'anno in esame, l'AIRR ne ha accolti due.

21.03.2017

Accolti quattro ricorsi

Nel 2016 l'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) ha evaso 28 ricorsi, pubblicando le relative decisioni. In quattro ricorsi accolti ha accertato la violazione dei principi dell'informazione in materia radiotelevisiva.

14.12.2016

Nuovo organo di mediazione per le emittenti radiotelevisive private di lingua italiana

L’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva AIRR ha eletto Francesco Galli come nuovo responsabile dell’organo di mediazione per le emittenti di radio e televisioni private di lingua italiana e Paolo Caratti come suo Supplente per il periodo di carica 2017 – 2019.

04.07.2016

Nuove possibilità di ricorso dinanzi all'AIRR

L'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) tratterà in futuro anche i ricorsi contro i contenuti online e l'ulteriore offerta editoriale della Società svizzera di radiotelevisione (SSR). Il quadro giuridico che regolamenta quest'ulteriore attività di vigilanza è in ampia misura lo stesso cui sottostà la procedura contro i programmi radiotelevisivi.

22.03.2016

Aumento dei ricorsi

Nel 2015 all'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) sono pervenuti 26 nuovi ricorsi. L'AIRR ha accolto tre dei 23 ricorsi evasi nello stesso anno.

17.12.2015

L'AIRR accoglie due ricorsi e ne respinge tre

Massicce critiche, a cui gli interessati non hanno avuto occasione di controbattere, hanno in-dotto l'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) ad accogliere due ricorsi: uno riguardava un servizio sul Salone dell'automobile di Ginevra, diffuso dalla Radio-televisione svizzera di lingua italiana RSI, l’altro concerneva un servizio dedicato a una festa popolare tenutasi nelle strade di Winterthur, diffuso da Radio Top. L'AIRR ha invece respinto i ricorsi contro la copertura della campagna elettorale diffusa dall’emittente radiotelevisiva di lingua francese RTS e contro due servizi andati in onda nel quadro della trasmissione "Rundschau" dal canale televisivo di lingua tedesca SRF.

04.12.2015

Vincent Augustin nuovo Presidente dell'AIRR

Il Consiglio federale ha nominato l'avvocato grigionese Vincent Augustin nuovo Presidente dell'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR). Per la prima volta un romancio si insedia a capo dell'autorità. Inoltre, tre nuovi membri entrano a far parte dell'AIRR.

06.11.2015

AIRR: nomina degli organi di mediazione per le emittenti radiotelevisive

L'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) ha nominato i mediatori per le emittenti radiotelevisive private. A Guglielmo Bruni subentra Oliver Sidler.

31.03.2015

Accolti due ricorsi

I 20 nuovi ricorsi pervenuti nel 2014 all'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) hanno riguardato esclusivamente trasmissioni radiotelevisive di programmi della SSR. I ricorsi accolti dall'AIRR sono due. In occasione del suo 30° anniversario, l'Autorità ha pubblicato un manuale infor-mativo.

12.12.2014

Primo manuale sulla prassi in materia di ricorsi radiotelevisivi - L'AIRR festeggia i 30 anni di attività

L'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) festeggia nel 2014 il 30° anniversario della sua istituzione. In tale occasione pubblica un manuale sulla sua attività e sulla regolamentazione dei media in Svizzera.

 

25.03.2014

Ricorsi soltanto contro la SSR

Nel 2013, all'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) sono stati inoltrati 18 nuovi ricorsi che hanno riguardato esclusivamente programmi radiotelevisivi della SSR. Nel rapporto annuale appena pubblicato, il Presidente dell'AIRR Roger Blum affronta le critiche mosse all'Autorità da Losanna e da Berna.

03.03.2014

Gli organi di mediazione hanno trattato esclusivamente trasmissioni televisive

Nel 2013, gli organi di mediazione per le emittenti private di radiotelevisione svizzere hanno trattato esclusivamente reclami contro trasmissioni televisive – e ciò unicamente nella Svizzera tedesca. È quanto si evince dai rapporti annuali degli organi di mediazione delle tre regioni linguistiche, approvati dall’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR).

27.03.2013

Libera formazione delle opinioni e protezione dei minorenni

Nel 2012, all’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) sono stati inoltrati 20 nuovi ricorsi contro trasmissioni radio-tv diffuse da emittenti svizzere (due più dell'anno precedente). Dei 20 ricorsi evasi, l'AIRR ne ha accolti quattro, incentrati sulla libera formazione delle opinioni e sulla protezione dei minorenni.

04.02.2013

Amianto: Respinto il ricorso

L’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) ha respinto il ricorso presentato contro il servizio intitolato "La multinazionale delle vittime" diffuso dalla RSI. Il servizio ha affrontato il tema della lavorazione dell’amianto dal punto di vista delle vittime.

21.03.2012

Aumento dei casi di trasmissioni radiotelevisive contestate

Nel 2011, all’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) sono stati inoltrati 18 nuovi ricorsi contro trasmissioni radiotelevisive diffuse da emittenti svizzere, quattro in più dell’anno precedente. Dei 23 ricorsi evasi ne ha accolti sei.

23.01.2012

Riconfermati gli organi di mediazione per le emittenti radiotelevisive

L’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) ha rinominato per altri quattro anni gli organi di mediazione per le emittenti radiotelevisive, ad essa subordinati

25.10.2011

“Gli organi di mediazione mitigano i conflitti”

Con lo svolgimento della loro attività, gli organi di mediazione riescono a conciliare numerosi utenti insoddisfatti del servizio radiotelevisivo. Questo è quanto emerso dall’incontro tra l’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) e gli organi di mediazione. “Grazie alla vostra attività riuscite a mitigare i conflitti”, ha detto il Presidente dell’AIRR Roger Blum.

18.03.2011

Rapporto annuale dell'AIRR: Diminuiti i ricorsi contro Schweizer Fernsehen

Nel 2010, all’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) sono stati inoltrati 14 nuovi ricorsi contro trasmissioni radiotelevisive diffuse da emittenti svizzere. L'AIRR ha accolto tre ricorsi.

25.03.2010

Rapporto annuale 2009 dell’AIRR

Nel 2009, all’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) sono stati inoltrati 16 nuovi ricorsi riguardanti trasmissioni radiotelevisive diffuse da emittenti svizzere. Tra le procedure concluse nell’anno in esame l’AIRR ha accolto quattro ricorsi

26.03.2009

Rapporto annuale 2008 dell’AIRR

Nel 2008, 25 nuovi ricorsi sono stati inoltrati all’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR). Essi riguardavano trasmissioni radiotelevisive di emittenti svizzere. L’AIRR ha accertato che quattro di questi ricorsi erano fondati.

04.12.2008

Accolto il ricorso contro "Il Quotidiano"

L’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) ha accolto il ricorso presentato contro un servizio diffuso dalla TSI1 nel quadro de "Il Quotidiano", vertente su un procedimento penale a carico dell’ex avvocatessa di Willy Peric. Secondo l’AIRR, il servizio ha violato il principio dell’oggettività.

11.07.2008

Nuovo organo di mediazione per le regioni di lingua italiana

L’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) ha nominato Gianpiero Raveglia nuovo responsabile dell’organo di mediazione per le emittenti radiotelevisive private delle regioni di lingua italiana.

25.06.2008

Logo di Alinghi sui microfoni

L'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) ha accolto un ricorso contro le trasmissioni effettuate dalla Televisione della Svizzera tedesca in occasione dell'America’s Cup 2007. Il fatto che sui microfoni fosse ben visibile il logo di Alinghi costituisce un caso di pubblicità occulta senza rimunerazione e rappresenta quindi una violazione del principio dell’oggettività.

01.04.2008

Rapporto annuale 2007 dell'AIRR

Nel 2007 sono stati inoltrati all’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) 30 nuovi ricorsi interposti contro trasmissioni radiotelevisive di emittenti svizzere. Tra le procedure conclusesi nell’anno in esame, l’AIRR ha accolto cinque ricorsi.

29.03.2007

Rapporto annuale 2006 dell'AIRR - retrospettiva e prospettive

Nel 2006, proprio come nell’anno precedente, sono stati inoltrati all’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) 20 nuovi ricorsi contro trasmissioni radiotelevisive di emittenti svizzere. La nuova legislazione federale sulla radiotelevisione introduce alcune novità per l’AIRR.

23.03.2007

Nuovi organi di mediazione per le emittenti radiotelevisive

L’Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR) ha nominato per le emittenti radiotelevisive svizzere nuovi organi di mediazione delle regioni linguistiche. La SRG SSR idée suisse disporrà anche in futuro di propri organi di mediazione.

09.11.2006

L’AIRR ha accolto un ricorso contro il magazine d’informazione "Rundschau"

L’AIRR ha accolto un ricorso contro il magazine d’informazione "Rundschau" (b. 535), diffuso dal canale televisivo SF1. L’Autorità ha ritenuto che il servizio “Streit um Erbschaft” (Litigio in relazione a un’eredità) abbia violato il principio di oggettività. L’AIRR non è invece entrata nel merito di un ricorso contro due edizioni della trasmissione “Wort zum neuen Tag” (b. 538), diffusa dal canale radiofonico DRS 1.

24.04.2002

Heiner Käppeli nuovo membro dell'AIRR

Il Consiglio federale ha nominato Heiner Käppeli, direttore dell'istituto MAZ Medienausbildungszentrum in Kastanienbaum (LU), nono membro dell'Autorità indipendente di ricorso in materia radiotelevisiva (AIRR). Il neoeletto succede a Christine Baltzer-Bader, che ha rassegnato le dimissioni dalla sua carica.

Inizio della pagina

Ultima modifica: 29.09.2020